IBM a Wimbledon: la rivoluzione degli analytics

IBM a Wimbledon: la rivoluzione degli analytics

Wimbledon si avvicina. Ecco cosa è successo un anno fa con Watson!

[Dall’articolo How Wimbledon will use IBM’s Watson to serve up data di BBC News]

 

 

“Se siete fortunati abbastanza da avere un biglietto per il campionato di Wimbledon, siate preparati ad essere scansionati da un supercomputer.”

Le camere sono collegate alla piattaforma di IBM Watson che può monitorare le espressioni facciali e provare a capire le emozioni che stai dimostrando.

Se Watson impara abbastanza velocemente nelle prime due settimane, sarà capace di scoprire per quale giocatore stai tifando solo dalla faccia.

Questo è un esempio di come lo sport sta diventando sempre più digital, per i tifosi, giocatori e altro.

Anche se Watson non traccia ogni tuo esulto o smorfia, scandaglia milioni di conversazioni sui social, come Twitter, Facebook e Instagram, e con il processo del linguaggio naturale che identifica macro argomenti – non necessariamente legati al tennis.

“Nella finale dello scorso anno abbiamo analizzato 400 tweet al secondo” ha detto Sam Seddon di IBM. “Allargando i risultati a Facebook e Instagram e contenuti più lunghi la quantità di dati è massiccia”.

“Possiamo estrapolare insights più velocemente delle possibilità umane e informare i media così da poter decidere che genere di contenuto dovrebbero offrire”.

“Watson ha analizzato 400 tweet al secondo”

Il team digitale di Wimbledon ha un audience globale a cui rispondere – il sito ha ricevuto 71 milioni di visitatori lo scorso anno – e una finestra di pochi secondi per persuadere le persone a leggere i suoi contenuti social piuttosto che quelli di altri siti.

Con l’armatura IBM molte cose sono cambiate.

“I social media crescono esponenzialmente e sono sempre più la voce primaria per comunicare con i nostri fans”, ha detto Alexandra Willis, head delle comunicazione e dei contenuti di Wimbledon.

Data-driven sport

Al top dell’analisi social del centro di comando cognitive di IBM, i sensori e i computer che raccoglieranno circa 3.2 milioni di dati dai 19 campi nei primi quindici giorni.

Tutto dai punteggi live alla velocità dei servizi al numero di rovesci a buon fine resi disponibili sulle app, il sito e l’Apple TV.

Ai giocatori pur usando dei sensori all’interno delle racchette e polsini per monitorare la loro performance, non è permesso utilizzare i dati a scopo migliorativo durante le partite secondo le regole della federazione.

Ma c’è il rischio che i giocatori diventino troppo dipendenti dall’analisi dei dati dei loro avversari e batterli?

“I grandi giocatori sanno come recepire e reagire a quello che succede sul capo – neanche una montagna di dati può preparli su questo. È solo un elemento in più nella preparazione” ha detto Mr Seddon.

Super Bowl economics

Il crescente aumento di smartphone e applicazioni sta offrendo spunti su come i tifosi si muovono, le cose che comprano e i contenuti che vogliono vedere.

Per esempio durante la finale del Super Bowl dello scorso anno al Levi’s Stadium in Santa Clara, California, i data analytics hanno aiutato a migliorare la fan experience e aumentare le vendite di drinks e merchandise.

Ad esempio è stata sviluppata una app per conto della NFL (National Football League) e quasi metà degli spettatori dello stadio (la cui capacità è di 71 mila posti) l’ha usata per comprare e accedere alle statistiche di gioco.

“Gli ordini sono aumentati del 67 per cento durante il Super Bowl,” dice il suo chief executive “I tempi di consegna sono diminuiti in media di 10 minuti”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *