Le mosse di Google sui sistemi Power i

Le mosse di Google sui sistemi Power i

Non è un mistero che Google e IBM siano in partnership da tempo in quanto entrambe membri della OpenPower Foundation che fondarono insieme a nVidia e altre aziende nel 2013 con lo scopo di mettere a fattore comune le migliori competenze tecnologiche per lo sviluppo di sistemi sempre più performanti. I membri della alleanza possono modificare le CPU Power ed i sistemi costruiti attorno ad esse per costruire i loro propri sistemi secondo le necessità più avanzate.

E’ solo di questi giorni tuttavia la notizia che Google ha iniziato lo sviluppo di una nuova architettura per data center basata sulla CPU Power9, insieme a Rackspace. Entrambe le aziende desiderano infatti ridurre la dipendenza da Intel che oggi domina ancora il mercato ma che, a detta degli analisti, subirà certamente le pressione dovuta all’uscita della CPU Power9 prevista per il 2017.

La stessa mossa verrà verosimilmente messa in atto anche da nVidia, che ha da poco annunciato lo sviluppo di una nuova piattaforma basata sulla CPU Power8 e sulla GPU Tesla, che è la più potente del produttore di calcolatori grafici.

Di seguito un’analisi di dettaglio della roadmap passata, presente e futura dei sistemi Power. Per chiarimenti e richieste di ulteriori approfondimenti, scrivete a info@digitaltrend.it

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *